SU DI NOI

Blog single

La “New Cold” «fiera di entrare in Italia». Brauner: «Ricadute strategiche sul territorio»

Il Consiglio comunale di Fiorenzuola ha approvato la variante dando il via libera alla realizzazione della piattaforma logistica alla Barabasca. In uno dei due capannoni si insedierà il colosso olandese impiegato nel settore dei surgelati“.

Dopo il parere positivo della Provincia di Piacenza alla realizzazione della nuova piattaforma logistica da 70mila metri quadri (su un terreno da 150mila) alla Barabasca, è arrivato il via libera dal Coniglio comunale. Il parlamentino di Fiorenzuola si è riunito nei giorni scorsi online: un lungo dibattito durato fino a notte e costituito anche da attacchi e contrattacchi tra maggioranza e minoranza. Quest’ultima ha votato contro alla variante urbanistica, proponendo una sospensiva del punto all’ordine del giorno, bocciata dalla maggioranza.

Lo ricordiamo, in un edificio alto 41 metri – questo è soltanto uno dei temi sui quali si è concentrata la polemica – si insedierà il colosso olandese “New Cold”, impiegato in tutto il mondo nel settore dei surgelati. Un secondo capannone sarà destinato ad una logistica più tradizionale, ma il marchio ad oggi sembra ancora sconosciuto. A realizzare l’area sarà la “2k Engineering” che nel 2019 acquistò il terreno per più di due milioni di euro. «E’ un intervento coerente con gli indirizzi dell’Amministrazione, tesi a fornire adeguate risposte alle difficoltà del settore imprenditoriale ed economico – ha detto l’assessore all’Urbanistica Franco Brauner nella sua relazione -.Si avranno ricadute strategiche sul territorio che permetteranno di rilanciare l’area della Barabasca, nodo strategico produttivo e logistico e volano economico dei settori alberghiero, della ristorazione, direzionale e della produzione di servizi di supporto alle imprese». Tra gli oneri di compensazione che prevede il progetto, c’è la realizzazione di una rotatoria lungo la Provinciale per Cortemaggiore che «aumenterà i livelli di sicurezza», ha aggiunto Brauner spiegando che la sede di “New Cold” a Fiorenzuola avrà funzioni operative e direzionali.

L’Amministrazione ha invitato in Consiglio Luca Quaresima e Roberto Alessio di “New Cold”, Alberto Lacchini di “2k Engineering” e il progettista Alessandro Maestri. Sono stati loro a fornire i dettagli sul progetto e a chiarire i dubbi emersi negli ultimi tempi anche all’interno del neonato “Comitato Barabasca” che solo pochi giorni fa in un incontro online – dove era stata invitata anche la Giunta che non si era presentata («il luogo deputato alla discussione è il Consiglio comunale», aveva scritto il sindaco annunciando la mancata partecipazione) – aveva illustrato alla cittadinanza: scarsa occupazione, mancato coinvolgimento della popolazione, impatto ambientale.

Link Articolo: https://www.ilpiacenza.it/zone/fiorenzuola/la-new-cold-fiera-di-entrare-in-italia-brauner-ricadute-strategiche-sul-territorio.html